Odontoiatria infantile

ODONTOIATRIA INFANTILE

Il medico dentista specializzato nella cura dei bambini opera in un’ottica differente rispetto al trattamento degli adulti, riservando ai piccoli pazienti più attenzioni ed accortezze nell’atteggiamento e nelle procedure.

L’ambiente in cui i bambini vengono curati deve essere divertente, per farli sentire a proprio agio durante il trattamento dentistico. I giovanissimi pazienti vengono poi educati fin dalla tenera età all’igiene dentale e ad una dieta corretta.

L’ odontoiatria infantile insegna che non è mai troppo presto cominciare a curare i denti, infatti la prima visita per i bimbi è consigliata intorno ai 4-6 anni di età, ma anche prima senza nessuna controindicazione. Altresì detta pedodonzia, la branca della medicina che si occupa della cura delle malattie dei denti nei bambini è spesso caratterizzata da:

– profilassi della carie, ascessi e pulpite (infiammazioni alla polpa)
– applicazione del fluoro
– chiusura ermetica dei solchi SIGILLATURE
– identificazione precoce di malocclusioni
– trattamenti ortodontici (apparecchi fissi e mobili)

L’ odontoiatria pediatrica nello studio del dott. Filippo Stefani a Venezia viene praticata dalla dott.ssa Giulia Carli specializzata nella cura dei bambini. Per prenotare un controllo non esitate a contattare lo staff!

IGIENE ORALE NEI BAMBINI

La prevenzione della carie e di altri disturbi dei denti attraverso una corretta igiene dentale è importante non solo per gli adulti, ma anche per i bambini.

La fragilità dei dentini da latte e la carie da biberon
È Tra il 6° e l’8° mese di vita che i dentini da latte iniziano a nascere. L’importanza della loro cura ed igiene costante è fondamentale per prevenire la formazione della carie.

L’importanza dell’igiene orale nel bambino al fine di prevenire i disturbi ai denti
Una buona prevenzione parte come negli adulti da un’alimentazione non zuccherina, cioè povera di alimenti ad alto contenuto di zuccheri, e da una corretta pulizia dei denti. Devono essere perciò evitate quelle bevande ricche di zucchero, come il the liofilizzato, date con il biberon.

La pulizia dei denti nel bambino fino ai dodici mesi
Quando il bambino non ha ancora compiuto un anno, per l’igiene orale è sufficiente usare una garza inumidita con dell’acqua o un cottonfioc, in modo da strofinare delicatamente le superfici dentali dalla placca che già si forma.
In questo momento della vita del bambino, sono consigliabili anche altre buone abitudini, come quella di evitare di immergere il ciuccio del bambino nel miele o nello zucchero. Lasciare che il bimbo si addormenti con una tettarella addolcita lo espone alle cosidette carie da biberon che colpiscono sia gli incisivi superiori che I molaretti. È una patologia difficile da curare data la giovane età del paziente.

L’uso dello spazzolino a partire dai 2-3 anni
E’ consigliabile iniziare ad usare uno spazzolino per il bambino già dai 2-3 anni; lo spazzolino più indicato per questa età è quello con setole morbide e flessibili.
L’igiene orale deve essere praticata quotidianamente, almeno due volte al giorno: trascurarla anche per pochi giorni favorisce la proliferazione dei batteri e un aumento della placca, agente principale nella formazione della carie e delle gengiviti.
La pulizia richiede un movimento corretto, muovendo il polso in modo da spazzolare dalla gengiva verso il dente.
A questa età è bene evitare l’uso del dentifricio, perché l’incapacità del bambino piccolo di controllare la deglutizione potrebbe causare l’ingerimento di una eccessiva quantità di dentifricio.
E’ importante anche far vivere al bambino il momento dell’igiene orale come un gioco, che lo faccia da solo e poi aiutarlo e controllare che siano state spazzolate tutte le superfici

L’igiene orale dopo i tre anni di vita
Per il bambino è arrivato il momento di imparare a lavarsi i denti da solo; a questa età è consigliato anche l’uso del dentifricio, il cui contenuto di fluoro non deve essere superiore a 500 parti per milione.
Consigliato è anche l’uso del “divertente” spazzolino elettrico.